Le Mie Ricette

Pasticciotto Crema & Amarena

Il “pasticciotto”  presenta una caratteristica forma ovale ed un piccolo rigonfiamento in superficie, la ricetta viene tramandata da secoli: friabile pasta frolla cotta al forno, ripiena di crema pasticciera nella sua versione classica, di confetture, o persino di cioccolato nella versione per i più golosi. Si consuma rigorosamente caldo, preferibilmente a colazione, o in qualsivoglia momento della giornata. Gli ingredienti utilizzati sono tutti di provenienza locale: uova, farina, latte e dulcis in fundo…lo strutto.

La leggenda narra che il pasticciotto nacque per caso nella città di Galatina, nel lontano 1745. Il proprietario della pasticceria Ascalone cercava di risollevarsi dalle difficoltà economiche della sua attività, ed un giorno, con la pasta e la crema avanzate dalla preparazione di una torta, creò quello che da lui stesso venne definito un piccolo “pasticcio”. Appena sfornato, lo donò ad un passante che ne rimase estasiato, e ne volle molti altri. Da quel momento in poi, Ascalone iniziò a sfornarne in quantità, e crebbero le richieste anche dalle città vicine. Ancora oggi, quando si acquista il dolce nella celebre bottega pasticciera, i proprietari sono soliti fornire varie raccomandazioni per assicurarsi che il consumo del pasticciotto avvenga in maniera tale da non danneggiarne l’originaria consistenza: consigliano accuratezza durante il trasporto, e se appena sfornato, di tirar fuori dalla busta di plastica il vassoio incartato. Fino a qualche tempo fa, se il cliente doveva percorrere lunghi tragitti, si dice che non acconsentissero neanche alla vendita del prodotto. Si vocifera anche che papa Wojtyla ne rimase incantato durante un suo viaggio, e che negli anni seguenti chiese più volte di farselo recapitare.

In onore del Pasticciottoday non posso che lasciarvi la mia ricetta…

INGREDIENTI

PER LA FROLLA

  • 50g uova
  • 250g di strutto
  • 200g di zucchero
  • 500g di farina
  • aromi
  • 1 cucchiaino ammoniaca per dolci
  • 1 pizzico si sale

PER IL RIPIENO

  • 500ml di latte fresco intero
  • 1 baccello di vaniglia
  • buccia di un limone
  • 100g di uova a pasta gialla
  • 50g di fecola
  • 100g di zucchero semolato
  • Amarene sciroppate(facoltative)

PROCEDIMENTO

  1. Iniziate preparando la frolla. Se avete una planetaria usate la foglia (k), lavorate assieme lo zucchero e lo strutto morbido con gli aromi scelti, dopodichè aggiungete l’uovo, e poi la farina di colpo con l’ammoniaca per dolci, lavorate velocemente. formate un panetto, mettete in pellicola e lasciate riposare in frigo.
  2. Passate alla crema. In una ciotola, mettete le uova con lo zucchero semolato e montate con uno sbattitore elettrico o in planetaria con frusta, una volta che il composto sarà spumoso aggiungete la fecola e date una mescolata veloce con una spatola .
  3.  In un pentolino, mettere il latte con zeste di limone e la vaniglia. Portate il latte a bollore, versare il composto di tuorli e aspettate che si formi un piccolo vulcano, a questo punto mescolate bene con una frusta. quando si addensera, togliete dal fuoco, continuate a mescolate e poi versate in un contenitore.
  4. Coprite con pellicola a contatto e mettete in congelatore per farla raffreddare il più in fretta possibile.
  5. Quando la crema sarà fredda, potete iniziare con la stesura della frolla.
  6. Stendetela tra 2 fogli di carta forno ad uno spessore di circa 4/5mm, poi foderate gli stampi(che potrete trovare qui) oppure potete utilizzare uno stampo grande da pastiera e fare una torta pasticciotto.
  7. Mettete la crema in sac a pochè per facilitare l’operazione e riempite 3/4 dello stampo con la crema , se non avere la sac a pochè aiutatevi con un cucchiaio o spatolina, poi adagiate 2 amarene e ricoprite con altra frolla, sempre dello stesso spessore,
  8. Ora passate alla chiusura, fate pressione con il pollice su tutto il  bordo dello stampo e aiutandovi con il pollice togliete la pasta in eccesso, facendo quest’operazione solo sui bordi vedrete che si formerà una piccola cupolotta centrale.
  9. Ora spennellate la superficie dei pasticciotti con un uovo sbattuto.
  10. Infornate in forno preriscaldato a 200° per circa 12 minuti. 

Gustateteli Caldi o tiepidi.

CONSERVAZIONE

Si conservano fino a 4/5 giorni in frigo, poi potete scaldarli al microonde per 30secondi prima di mangiarli o passarli un attimo in forno.

Potete congelarli da crudi.

SEGUITEMI SU INSTAGRAM PER NON PERDERVI TUTTE LE NOVITA’ E  TAGGATEMI SE PROVATE LA RICETTA!!! 

Please follow and like us:
Per Info scrivi un e-mail
Instagram

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *